Lingue e dialetti del mondo
 

Lingue fischiate

Dragonòt 7 Apr 2017 23:00
Da Le Scienze di aprile 2017.
"La parola fischiata" di Julien Meyer

<<(una ******* fischiata") non è qualcosa di separato rispetto a una *******
o un dialetto nativo []. Invece di usare la voce per pronunciare in greco
"Borò na ého omeléta?" (posso avere uova strapazzate?), si usano le stesse
parole sotto forma di fischi.
[] In fondo le parole fischiate trasmesse nel villaggio di Antia sono pur
sempre greco.
...
Finora la nostra indagine è riuscita a localizzare una 70-ina di popolazioni
che usano il linguaggio fischiato, per lo più in zone di montagna isolate o
con vegetazione fitta. ...>>


Articolo molto interessante, al limite dell'incredibile.
Bepe
Klaram 8 Apr 2017 11:04
Dopo dura riflessione, Dragonòt ha scritto :
> Da Le Scienze di aprile 2017.
> "La parola fischiata" di Julien Meyer
>
> <<(una ******* fischiata") non è qualcosa di separato rispetto a una *******
o
> un dialetto nativo []. Invece di usare la voce per pronunciare in greco "Borò

> na ého omeléta?" (posso avere uova strapazzate?), si usano le stesse parole
> sotto forma di fischi.
> [] In fondo le parole fischiate trasmesse nel villaggio di Antia sono pur
> sempre greco.
> ...
> Finora la nostra indagine è riuscita a localizzare una 70-ina di popolazioni
> che usano il linguaggio fischiato, per lo più in zone di montagna isolate o
> con vegetazione fitta. ...>>
>
>
> Articolo molto interessante, al limite dell'incredibile.


Veramente incredibile.
Lo usano solo per richiami a distanza, un po' come avveniva in modo
molto limitato anche sulle nostre montagne, o lo usano abitualmente?

http://youtu.be/2PyNuOJaDCs

k
Dragonòt 8 Apr 2017 19:03
> "Klaram" ha scritto:
>> Da Le Scienze di aprile 2017.
>> "La parola fischiata" di Julien Meyer
>
> Lo usano solo per richiami a distanza, un po' come avveniva in modo molto
> limitato anche sulle nostre montagne, o lo usano abitualmente?


L'articolo inizia con un esempio di una chiacchierata fischiata, a distanza
di circa 200 metri:
"Benvenuto, che cosa vuoi?" ha cinguettato Koula.
Kefalas ha fischiato la risposta: "Vorrei mangiare".
"Bene" ha risposto Koula
"Vorrei uova strapazzate" ha aggiunto Kefalas.

Non richiami, ma un vero e proprio modo di modulare il greco fischiando.
L'articolo parla anche del modo diverso di fischiare le lingue tonali
del'est asiatico, rispetto al modo di fischiare le nostre non tonali.

Bepe
ADPUF 8 Apr 2017 21:24
Dragonòt 23:00, venerdì 7 aprile 2017:
>
> Da Le Scienze di aprile 2017.
> "La parola fischiata" di Julien Meyer
>
> Articolo molto interessante, al limite dell'incredibile.


Mi viene in mente che tantissimi anni fa proprio sulle Scienze
c'era un articolo sui "tamburi parlanti" usati in Africa, che
riproducevano i toni tipici di quelle lingue.

Cioè nei film di Tarzan c'era qualcosa di vero... :-)


--
AIOE °¿°
Klaram 9 Apr 2017 13:01
Scriveva ADPUF sabato, 08/04/2017:
> Dragonòt 23:00, venerdì 7 aprile 2017:
>>
>> Da Le Scienze di aprile 2017.
>> "La parola fischiata" di Julien Meyer
>>
>> Articolo molto interessante, al limite dell'incredibile.
>
>
> Mi viene in mente che tantissimi anni fa proprio sulle Scienze
> c'era un articolo sui "tamburi parlanti" usati in Africa, che
> riproducevano i toni tipici di quelle lingue.

Strumenti diversi per la riproduzione sonora di una *******
*****ogamente alla riproduzione grafica della macchina da scrivere, del
telegrafo, della scrittura Braille e così via.

Non c'entra con le lingue fischiate, ma recentemente è morto un grande
fischiatore di musica western:

http://youtu.be/zGZsGNYYKMk

k
Klaram 9 Apr 2017 13:02
Dopo dura riflessione, Dragonòt ha scritto :
>> "Klaram" ha scritto:
>>> Da Le Scienze di aprile 2017.
>>> "La parola fischiata" di Julien Meyer
>>
>> Lo usano solo per richiami a distanza, un po' come avveniva in modo molto
>> limitato anche sulle nostre montagne, o lo usano abitualmente?
>
>
> L'articolo inizia con un esempio di una chiacchierata fischiata, a distanza
> di circa 200 metri:
> "Benvenuto, che cosa vuoi?" ha cinguettato Koula.
> Kefalas ha fischiato la risposta: "Vorrei mangiare".
> "Bene" ha risposto Koula
> "Vorrei uova strapazzate" ha aggiunto Kefalas.
>
> Non richiami, ma un vero e proprio modo di modulare il greco fischiando.
> L'articolo parla anche del modo diverso di fischiare le lingue tonali del'est
> asiatico, rispetto al modo di fischiare le nostre non tonali.

Interessante, e come hai anche scritto nel primo messaggio, non sono
lingue né dialetti, ma una questione che riguarderebbe la fonetica, se
così si può dire.

k
Dragonòt 9 Apr 2017 16:00
> "Klaram" ha scritto:
> Interessante, e come hai anche scritto nel primo messaggio, non sono
> lingue né dialetti, ma una questione che riguarderebbe la fonetica, se
> così si può dire.


Si, il tutto sta nel far passare le parole di una ******* su altre frequenze,
quelle dei fischi.
E poi nell'essere preparati a decodificare le frequenze ascoltate, in parole
conosciute.
A questo proposito si stanno facendo delle ricerche per capire se le aree
del cervello che fanno questa decodifica sono le stesse preposte alla
comprensione della voce.
Ciao,
Bepe

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Lingue e dialetti del mondo | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica | Notizie e discussioni linguistica | Linguistica Mobile | Servizio di consultazione news.